lunedì 11 gennaio 2016

Solo pane fritto!

Preparare impasti molli per pane,pizza, pasta, e crostate è ormai una prova di forza tra me e le bimbe.
Non c’è più niente da insegnare in questo campo, ormai van da sole; il problema ora è spiegare che il lievito ha bisogno del suo tempo per agire sulla pasta, e riempire il tempo dell’attesa con attività altrettanto eccitanti e coinvolgenti.
Anche se questa è semplicissima pasta per pane fritta, in realtà risolve moltissimi problemi: va bene come antipasto, un piatto unico se accompagnato da abbondati salumi e formaggi, come dolce se farcita con quella famosa crema alla nocciola ……
Uno dei piatti tipici della Lunigiana ha conservato la sua importanza sulle tavole di casa, e su quelle dei ristoranti, per pranzi o cene tra amici, come nelle cerimonie; la sua identità viene tramandata, e rinnovata, con varianti stravaganti e gustose.

Arrivati alla fine del post, l’impasto è lievitato, l’olio caldo, le bimbe impazienti: è ora di cominciare a friggere!


Ingredienti per 6 persone:

500 gr di farina 00
250 gr di acqua
1 cubetto di lievito di birra
Sale
Olio di oliva 1 tazzina per l’impasto
Olio di semi per friggere

procedimento:

Sciogliere il lievito nell’acqua, aggiungere l’olio,aggiungere il sale alla farina, mescolare farina e acqua lievitata
Impastare a lungo fino ad ottenere un impasto liscio e morbido. Tenere a lievitare coperto fino a raddoppio del volume, stendere su un piano infarinato e con un mattarello portare a 1 cm di spessore; Tagliare l’impasto spianato a rettangoli, quadrati o losanghe (non c’è una regola).  Friggere in olio caldo fino a doratura, scolare, asciugare salare e servire ancora caldi. 


Nessun commento:

Posta un commento