giovedì 28 aprile 2011

Crema di broccoli … un’altra delle mie manie

Da quando ho iniziato questo blog ho scoperto di avere idiosincrasie, abitudini, manie che non immaginavo: và a vedere che questo documento, diario, ricettario che sta crescendo, è diventato il lettino su cui mi sdraio e do libero sfogo all’anima culinaria … e forse scopro qualcos’altro.
Le verdure mi piacciono, comunque, perché son belle, colorano i piatti, li profumano, li caratterizzano e accendono quell’interruttore del ricordo che i tecnici chiamano “stagionalità”: il rincorrersi del tempo, il rinnovarsi e ripetersi della campagna che ogni anno ci dona i suoi sapori, nuovi ma anche un po’ nostalgici.
Questa semplice salsa racchiude la mia passione per tutto quanto appena detto,  ma anche rivela altre due note tipiche della mia cucina: la passione per ogni pasta (e questa dose si sposa alla perfezione con qualsiasi formato usiate), e la deformazione professionale ad utilizzare panna e/o besciamella per “finire” o legare un condimento.
Voi potete scegliere di non seguire la ricetta, però vi consiglio:
  • a.      di cuocere i cavoli come raccomandato (le verdure in genere) per avere un risultato migliore, mantenendo colore e sapore;
  • b.      usare la pasta d’acciughe solo se arrivati a casa dopo la coda al supermercato e scoprite che le acciughe sono rimaste alla cassa.
A presto!


ingredienti per  4 persone:
2 teste di broccolo (circa 500gr)
1 porro
1  cipolla
Olio evo, sale e pepe
Panna da cucina o besciamella circa 250 gr
2 acciughe dissalate o 1 cucchiaino di pasta d’acciughe

Procedimento:
  1. Cuocere i broccoli a vapore o pressione, per 45’ circa, tenere da parte con l’acqua di cottura; 
  2. In un tegame con un filo di olio mettere porro e cipolla tritati, in eguale proporzione, aggiungere  l’acciuga e fare appassire a fuoco basso fino a che saranno disfatti, se occorre aggiungere un pò dell’acqua di cottura dei cavoli;
  3. Aggiungere i cavoli (conservandone qualcuno per la decorazione dei piatti), tenere in cottura aggiungendo un po’ della loro acqua e mescolando sempre: il risultato dovrà essere una passata, non troppo densa né liquida. Correggere di sale e pepe e frullare, se occorre.
Servizio:
Mentre la pasta cuoce, preparare una padella con la salsa (un mestolo da 200 per ogni commensale) e poca panna o besciamella; scolare la pasta e saltarla in padella; impiattare aggiungendo i broccoli tenuti da parte.

12 commenti:

  1. che buona...così semplice, così ricca di sapori!

    RispondiElimina
  2. perché deformazione professionale nell'uso di panna o besciamella?? Secondo me quest'ottima ricetta poteva andare anche saltata in padella senza panna o besch...credo che sarebbe stata assolutamente ottima...ma certo, non sarebbe più stata la preparazione di Matteo...;-))

    RispondiElimina
  3. Se ti può consolare anch'io da quando ho aperto il blog ho scoperto una serie di fisse... che ci vuoi fare secondo me è una "malattia" comune a tutte noi bloggers ;)
    La pasta è stupenda, appetitosa! Seguirò tutti i consigli! bacioniiii

    RispondiElimina
  4. brav A /o ...a buon intenditor poche porole !

    RispondiElimina
  5. Ogni volta che entro nella tua saporita "cucina" non vorrei mai andarmene. Anche stavolta hai fatto centro :)

    Buona serata

    RispondiElimina
  6. lo sai che io invece praticamente nn la uso mai ne la besciamella ne la panna da cucina...tranne dove è strettamente necessario :)
    Però mai dire mai...
    Amarituda di http://solopergusto.myblog.it

    RispondiElimina
  7. Adoro i broccoli con le acciughe!!

    RispondiElimina
  8. @MARTA,ROSALBA,TITTI,LABPIC,LETY,VISSIA,ELYB: grazie ragazze siete sempre capaci di farmi sorridere anche ora che il tempo da condidiveder con voi è pochissimo

    RispondiElimina
  9. Ciao Matteo, anche io spesso mi trovo a fare questa riflessione: il mio blog è lo specchio della mia anima culinaria. E allora mi ritrovo a proporre ricette che mi legano ai ricordi, sì lo faccio spesso ^_^
    Adoro le verdure, i broccoli (qui a Palermo confondiamo i broccoletti con i cavolfiori) poi sono tra i miei preferiti fin da bambina. Proverò la tua versione. Io in genere non uso la panna e metto pasoline e pinoli, ma questa è una deformazione tutta sicula ^_* cercare sempre l’agro dolce. Tì

    RispondiElimina
  10. davvero invitante la tua pasta!

    RispondiElimina
  11. @Tiziana.
    Scusa l'ignoranza, che cosa sono le pasoline?

    RispondiElimina
  12. Molto buona, saporita e colorata. Invitante davvero!
    Se vuoi partecipa alla nostra festa di condominio inviando ricette nuove o già pubblicate a http://lacucinaaccanto.blogspot.com/2011/05/buffet-in-giardino-la-nostra-prima.html
    La tua presenza sarà molto gradita
    Grazie
    Buona giornata

    RispondiElimina