sabato 10 dicembre 2011

il tè al finocchio e il risotto alle seppie

Ci sono delle giornate in cui cammino pensando che avrei dovuto scegliere un altro mestiere, poi non so come mi trovo al supermercato, di fronte una seppia mi guarda,  e succede qualcosa. Mi faccio riportare a casa dai miei piedi, la testa che ormai lontana manda cartoline dalla Luna, e quando entro in cucina le mani van da sé e tutto gira bene come un pezzo di Coltrane. Acchiappare le ispirazioni che fluttuano nell'aria come farfalle è un gioco divertente e musicale, il mio piccolo omaggio alla musica che preferisco ascoltare quando mi devo guarire da solo. E poi si mangia! ma questa è un'altra storia, perché lì tutta la magia è ormai appassita e le farfalle hanno il fiatone e nessun fiore dove riposare.
Questa è per il mio consulente artistico, che mi sta diventando troppo estremo nei suoi consigli musicali: lo so che è difficile trovare una colonna sonora per la mia vita.
Comunque questa ricetta mi è parsa interessante da condividere: elegante, sofisticata, esotica quanto basta per far felice la piccola e la grande: stasera due pollici alzati, poi arriveranno anche le stelle, sulla Luna tutto è possibile.


ingredienti: (eravamo in 3 + 1 porzioncina per la foto):
Riso Arborio 210gr
1 bella seppia pulita da 250gr
½ cipolla bionda
1 foglia di alloro
1 bustina di tè al finocchio (o semi di finocchio)
Sale pepe nero olio evo

procedimento:
  1. Preparare il tè al finocchio: in una bella pentola mettere la bustina di tè (o i semi in una garza), la mezza cipolla e la foglia di alloro, salando appena l’acqua; far bollire un’oretta e tenere in caldo.
  2. Tritare la seppia a coltello con cura e non troppo grossolanamente;
  3. In un rondò con un filo di olio far tostare (bene) il riso, aggiungere un mestolo di tè e farlo asciugare, poi aggiungere la seppia tritata e sempre mescolando lasciare asciugare tutti i succhi; a questo punto iniziare ad aggiungere il tè e portare a cottura mescolando quando serve.
  4. A fine cottura, fuori dal fuoco, un cucchiaino di burro e pepe nero macinato fresco, un’ultima mescolata e servire nei piatti.

21 commenti:

  1. che ricetta invitante da provare buona serata

    RispondiElimina
  2. caro matteo, musicalmente sono di formazione classica (classicissima) e quindi non ho assolutamente idea di come sia un brano di coltrane, ma se i risultati in cucina sono questi... bè, forse devo farmi un giretto in un negozio di dischi!!
    ricetta molto interessante, la devo assolutamente provare! più o meno in quanta acqua hai messo a bollire il finocchio?
    ps: le "farfalle con il fiatone" mi hanno molto colpita :))))

    RispondiElimina
  3. ma creativi si nasce o si diventa? Noi continuiamo a stare sulla Luna!
    Che ne dici di dare un look natalizio al tuo header?

    RispondiElimina
  4. io la pasta al nero di seppia l'ho preparata ma il risotto con la seppia mi mancava:bravo,sei un genio!!!!

    RispondiElimina
  5. @giovanna e gemma olivia: grazie
    @cristina: per quella dose lì 2.5 litri di acqua, calcola la quantità di acqua che useresti per un normale risotto non esagerando col finocchio (almeno la prima volta), grazie, ci sentiamo prestissimo
    @laboratorioprogettincors(A): chi lo sa? bisogna studiare tanto e poi dimenticarsi tutto...se hai tempo dico di sì, poi mi sdebiterò
    @yukari:grazie

    RispondiElimina
  6. Mi piacerbbe assaggiarlo adesso ;-)

    'notte

    RispondiElimina
  7. Particolare questa ricetta, mi incuriosisce. Bellissima la foto! A presto, Babi

    RispondiElimina
  8. Coltrane? vado subito a ripescarlo fra i miei CD e vedo se mi ispira così....
    ricetta che non può che entusiasmarmi Matteo! Ma perchè esotica? c'è il finocchio e l'alloro, sono mediterranei, nostrani! :-))
    anzi ti dirò di più mi verrebbe la tentazione di buttarci anche due barbe di finocchietto selvatico ma prima devo assaggiarlo come da te proposto, non vorrei caricare troppo, ti farò sapere....grazie per l'idea

    RispondiElimina
  9. @la prova della cuoca: grazie! volevo provare a metterci il nero ma rimando al secondo tentativo, scusa per il ritardo ma ieri sera ho avuto qualche problema con la connessione e non avevo visto il tuo post;
    @letizia: grazie !
    @babi: grazie!
    @poverimabelli: hai ragione ,ma quando vedo il tè penso india e allora...fammi sapere le varianti

    RispondiElimina
  10. E bravo Matteo, che buon risotto hai preparato, buona idea il te. Buona domenica I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  11. Ciao non avevo mai sentito parlare di risotto fatto con il tè! Penso che sia buono lo proverò

    RispondiElimina
  12. Che originale questo risotto con il the' ! Baci

    RispondiElimina
  13. Ciao Matteo! Ho scoperto da poco il tuo blog e me lo sono letto tutto con molto piacere! complimenti e continuerò a seguirti! Anche io ne ho uno.. ma tu sei avanti anni luce! continua così!

    RispondiElimina
  14. Ma che bel blog che ho scoperto oggi.... Complimenti per le ricetti che proponi.
    Mi sono aggiunta ai tuoi lettori fissi.
    Se ti va, passa a trovarmi, sei la benvenuta.
    La Magica Zucca

    RispondiElimina
  15. complimenti sempre idee fantastiche

    RispondiElimina
  16. E pensare che qualche giorno fa avevo proprio delle seppie e non sapevo cosa farci...gustosa la tua ricetta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  17. Passo per avvertirti, che la Community di Cucina Italiana ha prodotto un Calendario 2012 in pdf ed un relativo librino pdf legati all'iniziativa di raccolta fondi di Patrizia per i bambini di Rocchetta di Vara alluvionati il 25 ottobre. Sono pronti. Puoi aiutarci a fare il passaparola scrivendo un post e parlandone ai tuoi amici non bloggers?
    Tutti i particolari sono sul mio blog nel post:
    La Community di Cucina Italiana per Rocchetta di Vara

    RispondiElimina
  18. Bella la foto e l'idea del tè, ci penserò....auguri e passa a trovarmi se hai tempo, a presto Giancarla

    RispondiElimina